I Sintomi
I sintomi associati alle patologie provocate al reflusso venoso sono assimilabili a tre categorie: i sintomi fisici, i sintomi estetici e le conseguenze a lungo termine. Stanchezza e pesantezza alle gambe sono i segnali fisici pių comuni, ma puō comparire anche dolore con sensazione di indolenzimento e di bruciore. Sulle gambe che presentano il problema le vene hanno un aspetto bluastro e tortuoso. Le vene pių piccole, i capillari, possono creare un reticolo blu-rosso superficiale che assume proprio l’aspetto di un ragno, con una zona centrale pių densa che ramifica vero l’esterno. E’ possibile avvertire gonfiore nella parte pių bassa della gamba.


Quando questo tipo di disturbo non č trattato adeguatamente oppure viene addirittura trascurato possono comparire, nel tempo, fenomeni di pigmentazione, ulcerazione, sanguinamento e comparsa di eczema.
Questi sintomi non compaiono contemporaneamente in tutti i pazienti e spesso possono generare confusione in quanto anche malattie diverse dal reflusso venoso, determinano sintomi simili a questi.

Queste sono le complicanze pių frequenti:
  • l'emorragia varicosa (con sanguinamento spesso abbondanti)
  • l'ipodermite (infiammazione e indurimento della pelle delle gambe)
  • l'ulcera venosa
  • la flebite superficiale (formazione di un coagulo in una vena superficiale)
  • la flebite profonda (coaguli in una vena profonda - la forma pių pericolosa di flebite)
  • l'embolia polmonare (con conseguenze a volte mortali)